SEREMI

Consumi di Antibiotici

La selezione di microrganismi antibiotico-resistenti è un evento strettamente e temporalmente correlato alla pressione antibiotica. L’associazione tra uso di antibiotici e prevalenza di antibioticoresistenza è stata ampiamente dimostrata in tutti gli ambiti di utilizzo. Nel corso degli anni è stato documentato l’uso spesso eccessivo di questa classe di farmaci, soprattutto per il trattamento delle infezioni virali in comunità, per la profilassi o il trattamento delle infezioni in ospedale o nelle strutture residenziali oltre che per la profilassi e la terapia in ambito veterinario.  

L’utilizzo degli antimicrobici è un importante determinante della diffusione delle resistenze, fenomeno che incide sostanzialmente sulla riduzione di efficacia di questi farmaci limitando le opzioni terapeutiche per la cura delle infezioni con conseguenze sui pazienti e sull’intera collettività. Invece è difficile definire una unica misura di appropriatezza del loro utilizzo, poiché la definizione di appropriatezza prescrittiva si riferisce all’applicazione corretta alla singola persona (quadro clinico) delle migliori conoscenze disponibili e presuppongono informazioni riguardo le indicazioni, la dose e durata.

La sorveglianza dei dati di consumo di antibiotici prescritti nell’uomo, lo sviluppo di sistemi di monitoraggio della appropriatezza della prescrizione e la definizione di indicatori che permettano valutazioni in termini di frequenza e corretto utilizzo nei diversi contesti operativi, si confermano azioni prioritarie nell’ambito delle strategie di contrasto alla diffusione delle antibiotico resistenze.