SEREMI

Influenza

L'influenza è una malattia respiratoria acuta dovuta alla infezione da virus influenzali. È una malattia stagionale che si verifica durante il periodo invernale.

Come si trasmette: i sintomi dell’influenza possono essere provocati, oltre che dai virus influenzali, anche da molti altri virus che provocano affezioni del tutto indistinguibili, dal punto di vista clinico, dall'influenza (Adenovirus, Rhinovirus, virus sinciziale respiratorio etc.). A fini epidemiologici il termine influenza viene riservato ai soli casi clinici di cui è disponibile la conferma laboratoristica della presenza del virus influenzale mentre tutte le altre manifestazioni vengono ricomprese nel termine “sindrome influenzale” (equivalente all’inglese I.L.I: Influenza Like Illness) definita come “affezione respiratoria acuta ad esordio brusco ed improvviso con febbre maggiore o uguale di 38° C accompagnata da almeno un sintomo sistemico (cefalea, malessere generalizzato, sudorazione, brividi, astenia) e da almeno uno dei seguenti sintomi respiratori: tosse, mal di gola, congestione nasale”.

Il virus influenzale, generalmente trasmesso per contatto con altre persone infette, si trova sia nella saliva, sia nel muco delle vie respiratorie e può penetrare nell'organismo attraverso le mucose (bocca, occhi e naso). Il virus può essere trasmesso per via aerea dal momento del contagio fino ai tre-quattro giorni successivi ai primi sintomi che si manifestano a distanza di uno-quattro giorni dall'infezione. Questo significa che il virus può essere trasmesso anche da persone apparentemente sane. Si diffonde molto facilmente negli ambienti affollati.

Nel corso del 2009 una nuova variante del virus influenzale (H1N1) ha manifestato, per capacità e rapidità di diffusione, un comportamento di tipo pandemico pur determinando modesti effetti in termini di incidenza e mortalità.