SEREMI

HIV

Casi e tassi di incidenza delle nuove diagnosi di infezione da HIV
Tassi di incidenza dell’infezione da HIV in Piemonte (anno 2015)
Modalità di trasmissione delle nuove diagnosi di HIV

Casi e tassi di incidenza delle nuove diagnosi di infezione da HIV

Nel 2015, il tasso di incidenza delle nuove diagnosi di HIV è pari a 5 casi per 100.000 abitanti, 232 nuove diagnosi.

Anche per il 2015 si conferma un calo delle segnalazioni. Negli ultimi 10 anni la riduzione è pari in media a 8 casi l’anno.

Tassi di incidenza dell’infezione da HIV in Piemonte (anno 2015)

Nel 2015, la fascia di età con il tasso di incidenza più elevato risulta quella compresa tra i 30 e i 39 anni (14,5) a seguire quella  tra i 20 e i 29 anni (11,7).

Il paziente più giovane con diagnosi di infezione da HIV nel 2015 ha 18 anni.

Modalità di trasmissione delle nuove diagnosi di HIV

In Piemonte, così come a livello nazionale, le modalità di trasmissione dell’infezione da HIV si modificano negli anni. Dal 2005 si rileva una continua riduzione, in media pari a 5 casi all’anno, delle diagnosi attribuibili allo scambio di siringhe non sterili nei consumatori di droghe per via endovenosa.

Nell'ultimo decennio in osservazione, si mantiene pressoché costante la quota di casi in persone che hanno contratto l’infezione tramite i rapporti eterosessuali non protetti mentre aumenta la frequenza dei casi attribuibili ai rapporti omosessuali tra gli uomini. La crescita di diagnosi osservata per quest’ultima modalità di trasmissione è in media pari a 9 casi all’anno.