SEREMI

Malattie batteriche invasive

La sorveglianza epidemiologica consente di stimare il peso di queste malattie che, pur essendo poco frequenti nella nostra regione (3 casi ogni milione di abitanti per il meningococco, 3 casi per milione di abitanti per emofilo e 4 casi ogni 100.000 abitanti per lo pneumococco) mostrano però una elevata letalità. La letalità per sepsi o meningiti da meningococco è pari al 13% ed è più alta nelle fasce d’età pediatriche; la maggior parte dei decessi provocati da pneumococco ed emofilo avviene negli adulti e negli anziani e riguarda circa il 13% dei casi segnalati.

Si osserva che:

  • il meningococco causa più frequentemente meningiti che sepsi;
  • le malattie invasive da meningococco prevenibili da vaccino mostrano una riduzione statisticamente significativa;
  • per pneumococco ed emofilo, invece, sono sempre maggiori i casi di sepsi e altre malattie invasive diverse dalla meningite;
  • per pneumococco ed emofilo risulta statisticamente significativo l’aumento dei casi di malattia invasiva non prevenibile da vaccino.
  • L’informazione sulla distribuzione dei sierogruppi/tipi è fondamentale per poter segnalare l’eventuale aumento di sierogruppi/tipi non presenti nei vaccini attualmente utilizzati.